Tag: quanto dura una terapia EMDR

Quanto dura una terapia EMDR?

E’ lecito chiedersi quanto dura una terapia EMDR. Quando la dottoressa Shapiro nel 1989 introdusse per la prima volta la terapia EMDR alla letteratura scientifica, incluse anche il seguente avvertimento: “occorre sottolineare che la procedura EMDR, così come vi è stata qui presentata, serve semplicemente a desensibilizzare l’ansia connessa a ricordi traumatici e non ad eliminare la sintomatologia e le complicazioni del DPTS, né a fornire alle vittime delle strategie di gestione del disturbo”.

In questo primo studio l’attenzione si concentrava soprattutto su un unico disturbo e gli effetti venivano misurati nei cambiamenti avvenuti secondo la scala delle Unità Soggettive di Disturbo (SUD); gli articoli scientifici a riguardo riportano costantemente effetti simili apportati dalla EMDR con una misurazione dell’ansia tramite SUD durante le sessioni.

Evoluzione della EMDR

In seguito, la terapia EMDR si è evoluta in un approccio più integrativo che tiene conto del quadro clinico completo. Due studi (Lee, Gavriel, Drummond, Richards, & Greenwald, 2002; Rothbaum, 1997) hanno evidenziato una scomparsa del Disturbo Post Traumatico da Stress (DPTS) nell’83-90% dei partecipanti comuni dopo 4-7 sessioni. Altri studi con partecipanti affetti da DPTS (ad esempio Ironson, Freund, Strauss, & Williams, 2002; Scheck, Schaeffer, & Gillette, 1998; S. A. Wilson, Becker, & Tinker, 1995) hanno trovato una significativa diminuzione di una larga parte dei sintomi dopo 3-4 sessioni.

L’unico studio (Carlson, Chemtob, Rusnak, Hedlund, & Muraoka, 1998) svolto su veterani di guerra e orientato ai traumi multipli dei partecipanti riporta dopo 12 sessioni del trattamento il 77% di eliminazioni del DPTS. I pazienti che presentano traumi multipli e/o un’infanzia complicata di abusi, trascuratezza e carenze d’affetto, potrebbero necessitare di una terapia più intensiva che includa un lavoro di preparazione sostanziale nella fase 2 dell’EMDR (Korn & Leeds, 2002; Maxfield & Hyer, 2002; Shapiro, 2001).